Storia di B. La scomparsa di mia madre: anteprima toscana al cinema La Compagnia

Beniamino Barrese racconta sua madre, Benedetta Barzini, top model negli anni 60, musa di fotografi e artisti, da Irving Penn a Richard Avedon, da Andy Warhol a Salvador Dalì.

Modella iconica dalla New York degli anni ’60, musa di Andy Warhol, Salvador Dalí, Richard Avedon e Irving Penn, femminista militante in Italia negli anni ’70, madre sola di quattro figli, giornalista, scrittrice e poi docente universitaria di Antropologia della Moda, a 75 anni Benedetta Barzini è stanca dei tanti ruoli in cui la vita l’ha costretta e ha deciso di lasciare tutto, per scomparire in un luogo lontano in cui nessuno potrà più trovarla.
Turbato da questa risoluzione – radicale, quanto indefinita – suo figlio Beniamino comincia a filmarla, con l’intenzione di realizzare un film su di lei che possa tramandarne la memoria e insieme trattenerla a sé il più a lungo possibile.
Incontrando la ferma opposizione di Benedetta, il progetto diventa velocemente un campo di battaglia in cui madre e figlio si aiutano e si ostacolano a vicenda nel tentativo di scrivere l’ipotesi di una separazione inevitabile, difficile da accettare e forse impossibile da raffigurare.

Il documentario, la cui distribuzione internazionale è a cura di Autlook, è sostenuto dal Programma Sensi Contemporanei Toscana per il Cinema.

All’anteprima toscana di mercoledì 9 ottobre, ore 21 al cinema La Compagnia,  saranno presenti il regista e la protagonista.

 

FacebookTwitterWhatsAppEmail
ULTIME NEWS Vedi tutte
Le fiction toscane dell’autunno di Raiuno

Da domenica 17 inizia la serie “Pezzi Unici” di Cinzia Th Torrini dedicata al mondo dell’artigiano fiorentino e girata l’anno scorso a Prato e a Firenze. Nel cast Sergio Castellitto, Irene Ferri, Marco Cocci, con la partecipazione di Giorgio Panariello e di Loretta Goggi.

Continua