L’anarchico venuto dall’America: domenica 10 novembre al cinema La Compagnia

Il documentario scritto e diretto da Gabriele Cecconi, racconta la vita e la morte di Gaetano Bresci, l’anarchico di Prato che tornò dal New Jersey per uccidere il Re Umberto I

Il film si sofferma sulle tappe principali della vita privata e politica di Bresci e approfondisce in particolare i motivi che lo costrinsero ad emigrare in America e quelli che lo convinsero a tornare in Italia, abbandonando la moglie Sophie e l’amata figlia Madeleine.

Il documentario indaga (con riprese esclusive e inedite) sulla sua morte nell’ergastolo borbonico dell’isola di Santo Stefano nel maggio 1901, quando il detenuto più sorvegliato d’Italia fu trovato impiccato con un asciugamano alle sbarre della sua cella.

Quali furono davvero le cause della sua morte?

Personalità complessa, uomo in rivolta contro il suo tempo come pochi altri, ribelle contro l’ingiustizia determinato fino alla morte, ha sempre suscitato polemiche e controversie: c’è chi lo ha considerato un squilibrato terrorista assassino e chi un idealista che ha sacrificato la sua vita per la costruzione di un mondo più giusto.

Il documentario è sostenuto dal programma Sensi Contemporanei Toscana per il Cinema.

Domenica 10 novembre alle 19 proiezione speciale al cinema La Compagnia alla presenza del regista Gabriele Cecconi e dei due attori protagonisti Andrea Anastasio e Giorgia Calandrini. 

FacebookTwitterWhatsAppEmail
ULTIME NEWS Vedi tutte
Le fiction toscane dell’autunno di Raiuno

Da domenica 17 inizia la serie “Pezzi Unici” di Cinzia Th Torrini dedicata al mondo dell’artigiano fiorentino e girata l’anno scorso a Prato e a Firenze. Nel cast Sergio Castellitto, Irene Ferri, Marco Cocci, con la partecipazione di Giorgio Panariello e di Loretta Goggi.

Continua