La Toscana al Sundance Film Festival

Il Sundance Film Festival ha annunciato i titoli che faranno parte del programma che prenderà il via il 24 gennaio e si concluderà poi il 3 febbraio a Park City, in Utah.

Nel concorso internazionale il film “Dolce Fine Giornata” diretto dal regista polacco Jacek Borcuch girato a Volterra e il Documentario, sostenuto dal Bando Sensi Contemporanei Toscana per il Cinema e prodotto dalla società toscana Nanof “La scomparsa di mia madre” (The Disappearance of My Mother).

Jacek Borcuch ha diretto il film Dolce Fine Giornata (titolo provvisorio: Volterra) su una sceneggiatura scritta insieme allo scrittore polacco Szczepan Twardoch. La storia è ambientata in Italia e si incentra sulla figura della poetessa e vincitrice del Nobel, Maria Linde (interpretata dalla leggendaria attrice polacca Krystyna Janda). La donna vive in Toscana, a Volterra, dove conduce una vita tranquilla che viene interrotta quando, durante la cerimonia per la consegna del suo premio come cittadina onoraria, invece di esprimere in maniera cortese la sua gratitudine, Maria tiene un discorso politicamente scorretto. Questo evento solleverà un enorme trambusto per quelli che le sono più vicini, inclusa sua figlia (Kasia Smutniak). Il cast internazionale è composto da Antonio Catania, Lorenzo de Moor, Vincent Riotta e Robin Renucci.

Il documentario La scomparsa di mia madre (The Disappearance of My Mother) diretto da Beniamino Barrese e sostenuto dal Bando Sensi Contemporanei Toscana per il Cinema, racconta la storia della supermodella icona degli anni ’60 Benedetta Barzini, ora 73enne, che pianifica la sua scomparsa ma deve fare i conti con il tentativo di suo figlio di realizzare un film su di lei.

 

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppEmail
ULTIME NEWS Vedi tutte