La donna che riapriva i teatri: riprese a Prato per il documentario di Francesco Ranieri Martinotti

Il set a Prato del documentario che racconta la storia di Roberta Betti

Dopo il documentario Barbieri d’Italia, il regista Francesco Ranieri Martinotti (Direttore del festival France Odeon e della rassegna Cannes a Firenze) torna a realizzare una propria opera nel territorio toscano con La donna che riapriva i teatri; le riprese sono iniziate nella città di Prato.

La donna che riapriva i teatri, grazie alla collaborazione di Toscana Film Commission, permetterà di rendere omaggio a Roberta Betti e alla sua malinconica speranza di opporsi alla chiusura di un luogo simbolo della cultura toscana, il teatro Politeama. Il documentario è sostenuto dal programma Sensi Contemporanei per il Cinema.

Francesco Ranieri Martinotti ha sottolineato l’importanza di raccontare la storia di Roberta Betti, ricordando l’importanza sociale del recupero dei luoghi della cultura: “Immediatamente ho pensato che in un’epoca in cui la cultura è finanziata prevalentemente da sponsor privati fosse importante raccontare di un teatro salvato da comuni cittadini, appassionati di cultura e spettacolo”.

La donna che riapriva i teatri presenta come guida narrativa la medesima Roberta Betti che oggi, all’età di 92 anni, gestisce ancora il cartellone del teatro Politeama; nel cast sono presenti anche Agnese Gori, Elena Caliani e molti altri allievi della scuola del Musical diretta da Simona Marchini, che ha sede proprio all’interno del teatro pratese.

 

La donna che riapriva i teatri (Prato)

Immagine 1 di 10

FacebookTwitterWhatsAppEmail
ULTIME NEWS Vedi tutte