Il genio di Leonardo da Vinci raccontato al cinema e in televisione

Leonardo_fiction Lux Vide

La serie tv Leonardo in onda su Raiuno è solo l’ultima di tante produzioni che rendono omaggio al genio toscano

Tante le produzioni per il grande e piccolo schermo che negli anni hanno ripercorso la vita e le opere di Leonardo da Vinci, artista tra i più celebri del Rinascimento italiano. L’ultima fatica, in ordine cronologico, è la serie televisiva Leonardo prodotta da Lux Vide e Sony Pictures, trasmessa  in anteprima mondiale su Raiuno fino al 13 aprile. La serie cerca di tratteggiare il lato umano dell’artista fiorentino, soffermandosi anche sulla sua vita privata. Gli autori hanno cercato di far emergere la figura di un uomo diviso tra cosa è giusto e cosa è sbagliato. Soffocato da una giovinezza infelice, e da un presente con prospettive allettanti.

Curiosità: Costumi Made in Prato

L’eccellenza dell’artigianato toscano ha un ruolo importante nella fiction di Lux Vide, nonostante le riprese si siano svolte principalmente tra il Lazio, dove negli studi di Formello è stata interamente ricostruita la Firenze del Rinascimento, e in Lombardia.  Non tutti sanno infatti che alcuni degli splendidi costumi indossati dai protagonisti della serie sono stati realizzati a Prato, nei laboratori sartoriali di  Manifatture Digitali Cinema. In occasione della Bottega di Alta Specializzazione Costumi Rinascimento 2 – I Tempi di Leonardo guidata dal Costume Designer Alessandro Lai, i partecipanti hanno infatti realizzato 60 costumi con i tessuti pratesi e altrettanti accessori, per un totale di quasi 270 pezzi, tra cui anche corpetti e sottogonne.

I film che hanno celebrato Leonardo

Per la maggior parte degli italiani, l’immagine di Leonardo è legata allo sceneggiato del 1971 La vita di Leonardo da Vinci, con la regia di Renato Castellani e con protagonista Philippe Leroy.

Un altro indimenticabile e divertente Leonardo è interpretato da Paolo Bonacelli nel film del 1984 Non ci resta che piangere. Roberto Benigni e Massimo Troisi, registi e attori protagonisti del film, gli propongono un “consulto tra intelligenze” pensando di potergli vendere delle idee per il futuro. Benigni prova a spiegare che cosa sia un treno. Troisi gli descrive il termometro. Indifferente ai loro suggerimenti, Leonardo si appassiona ad una sola cosa: una partita a scopa!

All’estero il premio Oscar Mark Raylance ha interpretato Leonardo in un tv movie inglese del 2003. Tom Riley è stato Leonardo in Da Vinci’s Demons, trasposizione piuttosto bizzarra priva di verità storica, con un’atmosfera da Trono di Spade. Ad un certo punto Leonardo incontra perfino Dracula.

Dedicati a Leonardo ci sono anche “anime”, Lupin the 3rd part IV: The Italian Adventure, e molti docufilm tra cui Io, Leonardo con Luca Argentero prodotto da SKY.

A Hollywood troviamo Leonardo addirittura nella fiaba di Cenerentola rivisitata, La leggenda di un amore del 1988 con Drew Barrymore. Qui il genio da Vinci, interpretato da Patrick Godfrey, è un vecchio signore gentile.

In Hudson Hank. Il mago del furto, film del 1991 con Bruce Willis, il personaggio Leonardo non c’è, ma la trama ruota attorno alle sue invenzioni. Così come Il codice da Vinci del 2006 è ispirato al suo inafferrabile genio.

(Fonte filmografia: Il Venerdì di Repubblica, Paola Jacobbi)

FacebookTwitterWhatsAppEmail
ULTIME NEWS Vedi tutte