Festival dei Popoli: Gorgona è il miglior documentario italiano

Il documentario è sostenuto da Toscana Film Commission

Gorgona di Antonio Tibaldi, presentato in concorso alla 63esima edizione del Festival dei Popoli, si è aggiudicato il premio come Miglior Documentario Italiano. Il film è prodotto dalla società GraffitiDoc di Enrica Capra e dalla No Permits Produktion dello stesso regista.

Questa la motivazione della giuria composta dalla produttrice Nadia Trevisan, dal regista Duccio Chiarini e dalla curatrice e ricercatrice Giulia Simi:

Per l’umanità profonda con cui restituisce gesti e luoghi di un’isola e della sua comunità, impegnata in un processo di rieducazione e trasformazione in accordo col tempo lento della natura e le forme delle relazioni tra esseri umani e mondo animale.

(La premiazione © GraffitiDoc)

Il film, scritto e diretto dal regista italo-austrialiano Antonio Tibaldi e sostenuto da Toscana Film Commission nell’ambito del programma Sensi Contemporanei Toscana per il cinema, racconta l’isola-carcere di Gorgona, unica colonia agricola in Europa in cui i detenuti lavorano per produrre verdure o formaggi, per allevare animali o curare orti. Uno spazio di lavoro che permette loro di vivere all’aria aperta e a stretto contatto con la natura.

L’intento di Gorgona è di restituire allo spettatore lo spaccato di un mondo in gran parte sconosciuto.

Intervista al regista

Il servizio, realizzato durante il Festival del Popoli, dalla redazione di intoscana.it (a cura di Elisabetta Vagaggini):

FacebookTwitterWhatsAppEmail
ULTIME NEWS Vedi tutte