Festival dei Popoli: al via a Firenze la sessantaduesima edizione

Festival dei Popoli 2021 Locandina

Dal 20 al 28 novembre un ricco programma per la storica rassegna dedicata al cinema documentario

Sono tante le tematiche affrontate e oltre 80 i film presentati, in concorso e fuori concorso, accompagnati da numerosi ospiti nazionali ed internazionali. Dalla prima nazionale di Diários de Otsoga di Miguel Gomes e Maureen Fazendeiro, film girato durante il lockdown del 2020, a In the Court of the Crimson King su Robert Fripp e il suo storico gruppo rock.

L’edizione numero 62 del Festival dei Popoli si svolgerà a Firenze dal 20 al 28 novembre, come di consueto toccando vari luoghi di Firenze: nei cinema La Compagnia, Spazio Alfieri, Cinema Stensen, Istituto Francese e al Mad – Murate Art District, Teatro Cantiere Florida e 25 Hours Hotel.

Il programma completo sul sito del Festival: www.festivaldeipopoli.org

I progetti toscani: tre sostenuti da Toscana Film Commission

Nella sezione Fuori concorso due progetti sostenuti da Toscana Film Commission nell’ambito del programma Sensi Contemporanei Toscana per il cinema. L’assedio di Marta Innocenti, in cui la giovane regista descrive il folle accampamento che precede il Gran Premio d’Italia di moto nel circuito del Mugello. Caveman – Il Gigante Nascosto di Tommaso Landucci, dedicato allo scultore fiorentino Filippo Dobrilla, scomparso prematuramente nel 2019.

Nel concorso internazionale un documentario, sempre sostenuto da Toscana Film Commission, Dal pianeta degli umani di Giovanni Cioni, che racconta come negli anni ’20, un chirurgo francese di fama mondiale, il dottor Serge Voronoff, condusse la sua ricerca sull’immortalità, allevando scimmie importate dall’Africa.

Il giovane regista fiorentino Giovanni Ortoleva presenterà, come evento speciale, il docufilm sull’Accademia della Crusca, La Fabbrica dell’Italiano, un viaggio alla scoperta della nostra ricchissima e sorprendente lingua prodotto dalla società toscana Berta Film.

Caveman
(Il set di Caveman sulle Alpi Apuane, all’interno della grotta dell’Abisso del Saragato)

Le novità del programma

Oltre alle opere del Concorso Internazionale e il Concorso Italiano, il festival presenta una selezione proveniente dall’archivio storico del festival dedicata ai 30 anni dalla caduta dell’Unione Sovietica nella sezione Diamonds Are Forever – Utopia Rossa; Frontiere in fiamme, l’omaggio dedicato a Nicolas Klotz e Elisabeth Perceval; il focus sulle sfide ambientali in Habitat e i documentari per le famiglie e i più giovani di Popoli for Kids and Teens.

I titoli per il grande pubblico sono proposti negli Eventi Speciali, nei Fuori Concorso (novità di quest’anno) e in Let the Music Play!, la rinnovata sezione dedicata al documentario musicale.

Uno sguardo alle nuove generazioni in Doc At Work – Future Campus, con i corti di giovani registi e registe provenienti dalle scuole di cinema di tutta Europa.

Novità di questa edizione sarà poi Pop Corner: Incontri ai confini della realtà, i talk del festival nel centro di Firenze. Cinque conversazioni per parlare di ambienti, culture e generazioni, dal 22 al 26 novembre alle 19 presso il 25 Hours Hotel.

FacebookTwitterWhatsAppEmail
ULTIME NEWS Vedi tutte