Enzo d’Alò per la prima volta in concorso alla Berlinale con il nuovo film

Il film Mary e lo Spirito di Mezzanotte è sostenuto anche da Toscana Film Commission

Al Festival di Berlino 2023 (16-26 febbraio), nella sezione “Generation Kplus”, sarà in concorso Mary e lo spirito di mezzanotte, il nuovo ed emozionante film di animazione di Enzo d’Alò, dopo i successi internazionali de La freccia azzurra, La Gabbianella e il Gatto, Momo alla conquista del tempo, Opopomoz e Pinocchio. Regista, sceneggiatore e maestro dell’animazione, d’Alò porta sul grande schermo un appassionante racconto di formazione con protagonista Mary, esuberante ragazzina dalla faccia tosta, e la sua avventura tra passato, presente e futuro in una incantevole Irlanda dai colori vividi e paesaggi mozzafiato.

Il film è sostenuto da Toscana Film Commission nell’ambito del Programma Sensi Contemporanei Toscana per il Cinema. Le animazioni del film sono state in parte realizzate presso gli spazi di Manifatture Digitali Cinema Prato. In Toscana si sta sviluppando un importante polo dedicato alla produzione di animazione; Enzo d’Alò, attraverso il Bando residenza, ha potuto così lavorare per due anni in una sede efficiente e attrezzata con un gruppo di giovani toscani talentuosi.

Le immagini dei laboratori di MDC Prato dedicati all’animazione:

MDC-Prato-Spazi-Animazione-7-Sala-postazioni-riunioni_2

Immagine 10 di 10

Anche le musiche del film in concorso alla Berlinale hanno un forte legame con la Toscana: l’orchestra d’archi è infatti stata registrata presso il Teatro dei Rinnovati di Siena dai partecipanti alla prima edizione della Bottega di Alta SpecializzazioneFilm Scoring Course” di Accademia Musicale Chigiana e Toscana Film Commission. Dunque non solo residenza ma anche molta creatività e competenza.

Sinossi

Mary ha 11 anni e un’incontenibile passione per la cucina: vuole diventare una grande chef. Sua nonna Emer, con cui ha un rapporto davvero speciale, la incoraggia a realizzare il suo sogno. Ma ogni percorso ha i suoi ostacoli, anche imprevedibili, e affrontarli può diventare un’avventura. Mary inizia così un emozionante viaggio che supera le barriere del tempo, in cui quattro generazioni di donne avranno modo di confrontarsi e conoscersi profondamente. Una delicata storia di crescita, piena di ironia.

Credits

Liberamente tratto dal romanzo La gita di Mezzanotte di Roddy Doyle, edito in Italia da Guanda, il film è scritto da Enzo d’Alò e Dave Ingham e prodotto da Paul Thiltges Distributions, Aliante, Jam Media, GOAG Productions, Rija Films, Amrion Production e Fish Blowing Bubbles, con il contributo di Film Fund Luxembourg, Eurimages, Ministero italiano della Cultura, Toscana Film Commission e Regione Campania. Una storia resa ancora più affascinante grazie, tra gli altri, al design di Peter De Sève (L’Era Glaciale, Mulan, Alla ricerca di Nemo), alle musiche di David Rhodes (La Gabbianella e il Gatto) e al candidato ai Golden Globe e vincitore di un Emmy Award Brendan Gleeson, che ha prestato la voce a Paddy, il padre di Mary.

Il film sarà distribuito al cinema da BiM Distribuzione.

Una grande emozione per il regista

Enzo d’Alò, per la prima volta  in concorso al Festival Internazionale del Cinema di Berlino, ha dichiarato:

Sono profondamente orgoglioso di partecipare alla Berlinale, un Festival così attento ai contenuti per le nuove generazioni; vorrei ringraziare gli artisti e i professionisti che hanno reso possibile la realizzazione di questo film, durante cinque difficili anni attraversati da innumerevoli problematiche e grandi trasformazioni sociali. È una storia, questa, in cui ogni spettatore non potrà fare a meno di identificarsi e commuoversi, fino a restarne dolcemente coinvolto. Mary, Scarlett, Emer e Tansey ci permetteranno di affrontare le nostre contraddizioni nella speranza di risolverle con l’ironia e la leggerezza di una fiaba animata.

FacebookTwitterWhatsAppEmail
ULTIME NEWS Vedi tutte