David di Donatello 2020: “Pinocchio” fa trionfare la Toscana con due premi

Venerdì 8 maggio la cerimonia di premiazione dei David di Donatello e la Toscana può esultare per Pinocchio.

La 65° edizione dei David di Donatello è andata in onda in forma speciale, con i riconoscimenti consegnati virtualmente, un’edizione da ricordare. Tra i premiati anche due toscani “doc” per il film Pinocchio di Matteo Garrone: Dalia Colli, livornese al suo terzo David, per il miglior trucco con Mark Coulier e Massimo Cantini Parrini, fiorentino, per i migliori costumi, si aggiudica il suo quarto David.

A Pinocchio vanno anche i premi: miglior scenografo con Dimitri Capuani, miglior acconciatore con Francesco Pegoretti e migliori effetti visivi con Rodolfo Migliari e Theo Demeris. 

Qui l’intervista del Corriere Fiorentino ai due premiati.

Tutti i vincitori dei DAVID DI DONATELLO 2020:
  • Miglior Attrice Non Protagonista: Valeria Golino per  5 è il numero perfetto
  • Migllior direttore della fotografia; Daniele Ciprì per Il Primo Re
  • Miglior sceneggiatura originale; Ludovica Rampoldi, Valia Santella, Francesco Piccolo, Francesco La Licata per il Traditore
  • David delllo spettatore: Il Primo Natale di Ficarrra e Picone
  • Miglior Scenografo; Dimitri Capuani per Pinocchio
  • Miglior Truccatore: Dalia Colli e Mark Coulier per Pinocchio
  • Miglior attore non protagonista; Luigi Lo Cascio per il Traditore
  • Miglior Musicista; L’orchestra di Piazza Vittorio per Il flauto magico di Piazza Vittorio
  • Miglior sceneggiatura non originale; Maurizo Braucci e Pietro Marcello per Martin Eden
  • Miglior Costumista: Massimo Cantini Parrini per Pinocchio
  • Miglior acconciatore: Francesco Pegoretti per Pinocchio
  • Miglior attore protagonista: Pierfrancesco Favino per Il Traditore
  • Miglior attrice protagonista: Jasmine Trinca per La Dea Fortuna
  • David Speciale a Franca Valeri
  • Miglior Canzone originale; Che vita meravigliosa (La dea fortuna, musiche di Antonio Diodato)
  • Miglior Documentario: Selfie di Agostino Ferrente
  • Miglior regia: Marco Bellocchio per Il Traditore
  • Miglior produttore: Andrea Paris, Matteo Rovere Casa di produzione Groenlandia, Gapbusters, Rai Cinema, VOO, BeTV, Roman Citizenper  Il Primo Re
  • Miglior montatore: Francesca Calvelli per Il Traditore
  • Miglior regista esordiente: Phaim Bhuiyan per Bangla
  • David Giovani: Mio fratello rincorre i dinosari
  • Miglior Cortometraggio: Inverno di Giulio Mastromauro
  • Migliori effetti visivi: Rodolfo Migliari e Theo Demeris per Pinocchio
  • Miglior suono:  Angelo Bonanni D’Onofrio , Mauro Eusepi  e Michele Mazzucco per Il primo re
  • Miglior film straniero: Parasite
  • Miglior film: Il Traditore

 

FacebookTwitterWhatsAppEmail
ULTIME NEWS Vedi tutte