Corti d’Autore: la call per promuovere all’estero l’Italia che riparte

Aperta la call “Corti d’autore” – Laboratorio creativo organizzato da ANICA su input del MAECI

Aperta, fino al 4 settembre, la call per partecipare al progetto “Corti d’autore”, organizzato da ANICA su incarico del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), per il rilancio e la promozione dell’immagine dell’Italia all’estero all’indomani dell’emergenza Covid. Una nuova narrazione delle qualità e dell’attrattività italiana, che punta alla valorizzazione dell’immagine del Paese nel mondo, illustrata dalla vice ministra degli Affari Esteri Marina Sereni insieme al Presidente di ANICA Francesco Rutelli. “Il cinema è uno strumento di proiezione del nostro paese nel mondo”, ha sottolineato Marina Sereni. “Quella che lanciamo oggi è una sfida, rivolta ai professionisti del settore dell’audiovisivo a cui chiediamo in che modo racconterebbero il nostro Paese all’estero. Una sfida, un esercizio commerciale complesso ma anche intrigante, che non può che essere frutto di uno sforzo collettivo. L’Italia è già amata nel mondo, ma oggi c’è bisogno di uno sforzo corale per definirne un nuovo racconto” .

Il progetto prevede la realizzazione di cinque cortometraggi originali e inediti, della durata massima di 3 minuti, firmati da autori noti a livello nazionale e internazionale, che possono anche, volendo, affidare la realizzazione della loro idea a giovani creativi. I filmati accompagneranno l’azione di promozione all’estero nei prossimi anni, a partire dal 2021. 

“In questo momento terribile e difficile, il progetto è un piccolo raggio di luce, un messaggio positivo al quale siamo onorati di poter partecipare – rimarca Francesco Rutelli – Un segno della nuova stagione che proponga nuovi orizzonti per il nostro paese. Per raccontare l’Italia in modo nuovo, rovesciandone i cliché, raccontando la la capacità del paese di sapersi risollevare e trasformare un evento drammatico in maniera positiva. Non la sola esaltazione della bellezza, ma la verità di un paese che deve trovare un modo nuovo di raccontarsi”. 

Le proposte di cortometraggio saranno valutate entro il 18 settembre da una commissione di esperti composta dalla Presidente di Istituto Luce Cinecittà Maria Pia Ammirati, dalla presidente dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello Piera Detassis, dalla giornalista Monica Maggioni, da Ludovica Rampoldi, in rappresentanza degli autori, e dal premio Oscar Gabriele Salvatores.

I progetti dovranno essere realizzati entro il 20 novembre; cinque le aree artistiche che si possono raccontare: design, architettura, moda; editoria, lingua italiana (con riguardo anche al settimo centenario della scomparsa di Dante Alighieri); cinema e audiovisivo; spettacolo dal vivo; arte e patrimonio. Le proposte di cortometraggio dovranno essere pensate e ideate con un costo complessivo non superiore a 95mila euro.

Regolamento e modalità di partecipazione QUI.

FacebookTwitterWhatsAppEmail
ULTIME NEWS Vedi tutte