Training Italian Film Commissions: la quinta edizione a Firenze

Il Training delle Film Commission italiane a Firenze il 2 e 3 febbraio.

Si è tenuto a Firenze, il 2 e il 3 febbraio, all’auditorium di Sant’Apollonia e al cinema La Compagnia, ‘IFC Training’, l’incontro annuale delle Film Commission italiane, raccolte nell’associazione Italian Film Commission.

A partecipare sono stati i rappresentanti delle Film Commission italiane aderenti: in tutto circa 60 partecipanti, a confronto su temi operativi, quali i bandi a sostegno delle produzioni audiovisive, la trasparenza delle procedure, la gestione dei data base di location.

Tra gli appuntamenti:
Venerdì 2 pomeriggio i film commissioner italiani hanno incontrato i vertici responsabili dei brand content dei canali Sky, Roberto Pisoni e Cosetta Lagani, sul tema delle linee editoriali della piattaforma televisiva on demand. A seguire focus sui Videogiochi | Opportunità di collaborazione fra le Film Commission e AESVI  sul programma di attività 2018 con Giorgio Catania, Developer Relations Manager AESVI e poi con IVIPRO con Andrea Dresseno.

Sabato 3 mattina il Training è stata l’occasione per la prima presentazione pubblica dei decreti attuativi della nuova legge cinema, la 220/2016, alla presenza dei rappresentanti di Regione Toscana e di Nicola Borrelli, Direttore Generale per il Cinema del  MiBACT: “Nel 2016 abbiamo lavorato per elaborare la legge, il 2017 per la stesura dei decreti attuativi, il 2018 sarà finalmente l’anno nel quale raccoglieremo i frutti della nuova legge – ha affermato Nicola Borrelli – sia dal punto di vista dei nuovi strumenti finanziari a sostegno delle produzioni, che del nuovo sistema di regole che riguardano il mondo del cinema e della produzione audiovisiva. Le Film Commission hanno collaborato alla stesura della Legge, che, per la prima volta, riconosce ufficialmente il loro ruolo, e istituisce un tavolo per il coordinamento nazionale. Le Film Commission sono state pertanto partner importanti per tutto l’iter della legge e per la definizione dei decreti”.

“Il ruolo centrale delle Film Commission, che noi abbiamo da sempre sostenuto, viene qui oggi rimarcato. Le Film Commission sono state dalla nuova legge riconosciute e incoraggiate al coordinamento, da una parte con lo Stato dall’altra con le regioni, e questo è un elemento per noi di grande interesse – ha affermato Roberto Ferrari, a capo della Direzione Cultura e Ricerca della Regione Toscana.

Siamo convinti, anche sulla base di esperienze recenti con lo Stato, ad esempio quella con Sensi Contemporanei dell’Agenzia per la Coesione Territoriale, che il cinema e l’audiovisivo siano importanti strumenti per sostenere lo sviluppo economico della Regione”.

“E’ stato molto importante per le Film Commission Italiane, che il Mibact abbia deciso di presentare per la prima volta in assoluto, nella sua interezza e complessità, la nuova legge di sistema del cinema e dell’audiovisivo proprio alle Film Commission italiane, in occasione del loro training annuale a Firenze – ha affermato Stefania Ippoliti, presidente IFC. Un segnale di come queste strutture, presenti sul territorio nazionale, siano sempre più strategiche per lo sviluppo del settore”.

FacebookTwitterWhatsAppEmail
ULTIME NEWS Vedi tutte
Berlinale 2018
Toscana Film Commission alla Berlinale

I produttori e registi interessati a girare film, documentari o serie TV in Toscana possono incontrarci dal 16 al 21 febbraio presso il Padiglione italiano dell’European Film Market al Martin Gropius Bau di Berlino.

Continua